ASSOCIAZIONE
CANTONALE
TICINESE DI
GINNASTICA

ASSOCIAZIONE

STORIA

L’Associazione cantonale ticinese di ginnastica (ACTG) nasce all’inizio dell’anno 1869 in due tappe, e fondamentalmente in due luoghi.

Il 23 gennaio di quell’anno infatti a Bellinzona, su iniziativa della locale società che aveva visto la luce nel 1861, si tenne la prima conferenza dei delegati delle sezioni allo scopo di costituire una Società cantonale di ginnastica.

La federazione nazionale esisteva già, e fin lì le quattro sezioni ticinesi allora attive nella ginnastica, ossia Bellinzona (1861), Chiasso (1867), Locarno (1866) e Lugano (1863), vi erano direttamente affiliate.

Lo statuto discusso a quella conferenza fu poi accettato in quel di Lugano in data 20 febbraio 1869.

Alle quattro società iniziali man mano negli anni se ne aggiunsero altre, fino a raggiungere il numero delle 31 attuali sparse su tutto il territorio del Cantone.

Scorrendo i libri dedicati ai giubilei precedenti, ossia I 100 anni della A.C.T.G. curati dal prof. Mario Gilardi e da Aldo Sartori, nonché 125 anni ACTG curato dal presidente del CO Erminio Giudici, ci si rende ben conto di come il numero degli aderenti e il numero delle società affiliate sia aumentato.

Dai 214 affiliati del 1869 si sale a 7’000 aderenti nel 1969 (anno del 100°), si supera la quota di 10'000 nel 1994 (anno del 125°), per ora assestarci a 9'000 affiliati.

L'associazione intende perseguire il mantenimento della salute fisica e mentale della popolazione, e ciò a maggior ragione dopo l'entrata in vigore della Legge Federale sulla promozione della sport e dell'attività fisica del 17 giugno 2011; questo primario obiettivo è rincorso da sempre tramite le nostre attività, le quali abbracciano tutte le fasce d'età.

In Ticino come in Svizzera la ginnastica ha sempre voluto dire sia élite che massa.

Nell’élite il Ticino può vantare partecipazioni e medaglie olimpiche. Nella ginnastica artistica grazie a Giorgio Miez (8 medaglie, 4 d’oro), Melchior Wezel (1 medaglia d’oro) e Patrizia Bazzi, e nella ginnastica ritmica con Grazia Verzasconi.

Nemmeno possiamo dimenticare che il Ticino è divenuto patria adottiva di Arturo Gander, che fu presidente perfino della Federazione internazionale di ginnastica, il quale viene ricordato tutti gli anni, alternativamente a Morges e a Chiasso, grazie al Memorial Arturo Gander a lui dedicato.

Nella ginnastica di massa il Ticino ha sempre massicciamente partecipato sia alle Feste Federali che alle Feste cantonali (ora dismesse), grandi manifestazioni per le discipline competitive che proponevano concorsi in tutte le attività praticate.

Le Feste Federali in Ticino sono state solo due.

La prima nel 1868 a Bellinzona, che fu la 36a a livello nazionale, alla quale parteciparono 250-300 ginnasti provenienti da una trentina di sezioni, ai quali il Consiglio Federale concesse uno sconto del 20% sui trasporti in diligenza attraverso il Sempione, il San Gottardo e il San Bernardino.

La seconda e ultima Festa Federale in Ticino si svolse nel successivo 1894 a Lugano. Il numero dei partecipanti già era esploso: le cronache riferiscono di 3700 ginnasti.

Dopo di che il Ticino non ha più osato. Questa manifestazione nel 2019 sarà ad Aarau, dove si confida di superare la soglia del 60'000 partecipanti, se non sfiorare quella dei 70'000.

In tempi più recenti la svolta nella ginnastica per tutti è sicuramente costituita dal giro di boa che ha abolito i Convegni cantonali (l’ultimo fu nel 1988) introducendo per ogni settore d’attività (gymnastique e attrezzistica sia individuale che di sezione, pallavolo, indiaca, genitore-bambino, e discipline d’élite) gare e manifestazioni specifiche (attualmente oltre una trentina), alle quali si aggiungono corsi di formazione per monitrici e monitori nonché campi d’allenamento.

Nell’élite la svolta è senz’altro costituita dall’organizzazione delle discipline dell’artistica e della ritmica in Centri regionali d’allenamento con allenatori professionisti, centralizzati al CST di Tenero, sotto la supervisione della Federazione Svizzera di Ginnastica, avviata negli anni Novanta. I tre Centri per sportivi d'élite gestiti dall'Associazione anno ottenuto finora risultati molto ragguardevoli.

Un fiore all’occhiello degli ultimi 25 anni è sicuramente costituito da quella che fu l’organizzazione di TI-Gym 2000, che ha riportato la ginnastica in piazza, o meglio in 5 magnifiche piazze, ossia Bellinzona, Biasca, Locarno, Lugano e Mendrisio. Nell’anno del cambio di millennio, dal 28 giugno al 1. luglio 2000, l’ACTG propose una manifestazione di sola esibizione della ginnastica, senza competizioni, aperta all’internazionalità. Un grande successo per quello che fu uno spettacolo vicino alla gente.

La ginnastica è cresciuta, e oggi non potrebbe più sopravvivere con il solo benevolato, per cui vi è un Segretariato stabile a Bellinzona dove lavorano quattro persone, ancorché non a tempo pieno, le quali affiancano il Comitato direttivo diretto dall’avv. Matteo Quadranti.


Nel 2019 l'ACTG festeggerà 150 anni di esistenza, per maggiori informazioni visitate la sezione dedicata al 150°.